GALLERIA

PROPOSTA DI MATRIMONIO

Proposta Di Matrimonio è un atto unico scritto da Cechov nel 1888. Fra ruggini antiche di buon vicinato, e comici squarci di vita campestre, si assiste al ruvido

approccio fra due rampolli di buona famiglia in cui i battibecchi si alternano a rappacificazione preludendo a quello che sarà la futura vita matrimoniale. Ivan Vasilevic Lomov si presenta in casa del possidente

Stepan Stepanovic Cubukov per chiedere in moglie la figlia Natalia, che a sua volta pensa che Lomov sia venuto per un contratto d'affari e scopre solo alla fine

che si trattava di un contratto di matrimonio. Tutto il testo è basato su questo equivoco. Partendo da una piccola disputa sulla proprietà di un prato o da un

diverbio sulle capacità dei propri cani, i due continueranno a scambiarsi invettive in un crescendo di battibecchi comici dallo scoppiettante finale. Anche in questo atto unico non ci troviamo di fronte a personalità annunciano e talvolta anticipano ridicole figure dai contorni borghesi, esseri di rilievo, ma a personaggi che puerili, prigionieri di sogni volgari, di ambizioni futili, capaci tutt'al più di piccole

rivelazioni, svenimenti e capricciose pulsioni.

 

 

 

Giorgio Lupano

Enrica Pintore

Ermanno De Biagi

regia- Marine Galstyan

scenografie-Sargis Galstyan